Prezzi case 2017: ancora in terreno negativo, ma con tendenza alla stabilizzazione

Prezzi delle case ancora in terreno negativo nel 2017, anche se con una tendenza alla stabilizzazione. Ma il mercato viaggia a due velocità: se da una parte nei quartieri centrali delle grandi città i valori sono già tornati in terreno positivo, esiste ancora un grande stock di abitazioni di bassa qualità con caratteristiche che non rispondono alle esigenze di una domanda fattasi sempre più esigente.

Nel primo trimestre 2017, secondo le stime dell’Istat, l’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) diminuisce dello 0,1% nei confronti dello stesso periodo del 2016 (era -0,3% nel trimestre precedente). La lieve flessione tendenziale dell’Ipab è dovuta esclusivamente ai prezzi delle abitazioni nuove la cui variazione torna ad essere negativa (-0,4% da +0,5% del trimestre precedente). I prezzi delle abitazioni esistenti, invece, per la prima volta dal terzo trimestre del 2011, registrano una variazione nulla dopo ripetute variazioni negative.

Analoga discesa nel II trimestre dell’anno, che secondo l’Istituto di Statistica nazionale, registra lieve discesa dello 0,1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Se si considera invece il trimestre precedente, i valori aumentano dello 0,3%. Dal 2010, l’indice dell’istituto nazionale di statistica ha registrato una discesa del 14,7%.

I prezzi secondo l’analisi di idealista

Secondo l’indice di idealista, che analizza l’andamento dei prezzi delle case usate nel corso del I trimestre si registra un calo dell’1,3%, toccando i 1.869 euro al metro quadro. In pratica ipotizzando un appartamento di 65 metri quadri (lo standard odierno secondo i dati idealista), la perdita stimata per il proprietario sarebbe di circa 5.600 euro da un anno all’altro. Continua il calo nel II trimestre, quando i valori nazionali di listino calano dell’1% toccando i 1850 euro al m2.

Nel III trimestre, i prezzi delle case di sIconda mano in Italia segnano un decremento dell’1,7% dopo i mesi estivi. Un trend pressocché invariato nel IV trimestre, ma il bilancio di fine anno registra un -4% per il 2017. Il trend negativo dei prezzi delle case iniziato nel 2007 è proseguito anche quest’anno; il mercato risente ancora dell’eccesso di offerta di immobili con caratteristiche di prezzo, qualità e localizzazione non richieste dal mercato

Fonte: idealista
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...